Usiamo l’intelligenza artificiale per rendere i social network più sicuri e sereni per ragazzi, professionisti ed aziende.

Siamo tutti consapevoli come i social siano diventati pervasivi ed invasivi nella vita di ogni giorno, minore è invece la consapevolezza sui rischi che questo comporta per ragazzi, professionisti ed aziende.

I social sono vasi comunicanti tra la vita reale e quella virtuale diventando così dei propagatori ed amplificatori di ciò che accade da una parte e dall’altra nel bene e nel male.

Prova della urgente necessità di azioni correttive e di quanto il mercato sia pronto, sono i fatti di cronaca che vedono ragazzi, personaggi pubblici ed aziende vittime di azioni di violenza online come il cyberbullismo, l’hate-speech, il cyberstalking, con conseguenze spesso anche tragiche.

Kaitiaki è membro permanente di IESI, Progetto della Commissione Europea per l’innovazione sociale abilitata dalla ICT: https://ec.europa.eu/jrc/en/iesi

L'impatto sociale di Kaitiaki

In Kaitiaki, abbiamo sviluppato un approccio di lavoro ispirato al processo metodologico della Teoria del Cambiamento che consente di raggiungere il massimo dell’impatto sociale e della sostenibilità economica del nostro progetto. Per centrare questo obiettivo abbiamo focalizzato lo sviluppo del progetto non su una applicazione ma su un “ecosistema sociale”, coniugandolo su 4 elementi di valore:

Innovazione – abbiamo inserito tecnologie innovative in un ambiente inusuale, implementando un nuovo approccio ai problemi.
Scalabilità – abbiamo fatto in modo che il nostro progetto possa essere replicabile su larga scala e in modo che non abbia confini.
Engagement – abbiamo coinvolto il maggior numero di stakeholder pubblici e privati per diffondere questo approccio: istituzioni locali e nazionali, sostenitori, aziende, fondazioni, media (tv, radio, carta stampata, agenzie, web e social media), consulenti, altre organizzazioni.
Valutazione – applicando la metodologia dello SROI (social return on investments) saremo in grado di testare i presupposti, le risorse e gli strumenti messi in campo, valutandone output e outcome.

Per la particolare natura giuridica (SIAVS, Startup Innovativa a Vocazione Sociale), Kaitiaki si propone una ricaduta sociale nel medio-lungo periodo. Mediante l’applicazione è possibile rilevare dati che consentono di monitorare l’andamento delle singole tipologie di evento, fornendo ad istituzioni governative ed associazioni, dati rilevanti, geo-localizzati e segmentati per fasce di età, utili allo sviluppo di progetti a livello nazionale e locale. Infine, Kaitiaki, ha le potenzialità per identificare sul nascere nuovi fenomeni, non ancora rilevati in modo strutturato, che possono influire negativamente sulla salute e serenità di minori o soggetti deboli.

Kaitiaki, your social bodyguard

Kaitiaki è una parola Maori che significa “Guardiano“, del mare, del cielo e della terra. Per adulti e ragazzi è un un amico silenzioso e riservato, un amico fidato che li protegge dai pericoli online e di cui avere fiducia.

Il team

Fabrizio Macchia

Chief Operating Officer, Business developer. Co-founder di 4 startup tecnologiche e ICT

Dante Degl'Innocenti

Artificial intelligence development, Data Scientist & Software Engineer. Co-founder di 2 startup ICT

Carlo Parolin

Presidente del Consiglio di Amministrazione

Dario De Nart

Artificial intelligence development, Data Scientist & Software Engineer. Co-founder di 2 startup ICT

Giovanni Tubetti

Advisor in financing & administration

Davide Cuttini

Chief Technology Officer, R&D Manager. Co-founder di 3 startup tecnologiche

Marco Pavan

Artificial intelligence development, Data Scientist & Software Engineer. Co-founder di 2 startup ICT

Premi e riconoscimenti

“Kaitiaki è una delle 10 startup italiane da tenere d’occhio nel 2019.”

Mary Loritz

Head of Content, EU Startups Magazine

Vincitore di:

Finalista nelle seguenti competizioni: