Kaitiaki ha sviluppato due servizi, Kaitiaki Safe dedicato alle famiglie e Kaitiaki Edu dedicato agli istituti scolastici e ai centri di aggregazione giovanile. 

Il focus per entrambi è la sicurezza dei ragazzi, la lotta al cyberbullismo, al bullismo e all’hate speech.

Abbiamo immaginato la creazione di un Ecosistema Sociale Digitale, che oggi è diventato realtà a tutti gli effetti, in cui le figure chiave dell’educazione dei nostri figli collaborano con lo scopo di educare, informare e proteggere. 

Per sapere quali sono i valori e la mission di Kaitiaki leggi il nostro ultimo articolo.

Ma per comprendere come funzionano Kaitiaki Safe e Kaitiaki Edu bisogna fare un passo indietro e parlare dell’intelligenza artificiale e delle reti neurali. 

Cosa c’è dietro al funzionamento ad un’app digitale? 

Come può un programma scaricato sul telefono portare tanto beneficio alle persone? 

E quindi che cos’è l’intelligenza artificiale?

L’intelligenza artificiale o AI abbreviando il termine, è qualcosa che esiste da moltissimi anni. 

Se dovessimo darle una definizione potrebbe essere la seguente:

«L’intelligenza artificiale è una disciplina appartenente all’informatica che studia i fondamenti teorici, le metodologie e le tecniche che consentono la progettazione di sistemi hardware e sistemi di software capaci di fornire all’elaboratore elettronico prestazioni che, a un osservatore comune, sembrerebbero essere di pertinenza esclusiva dell’intelligenza umana.»

[Fonte wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Intelligenza_artificiale]

Proviamo a semplificare per comprendere meglio. 

Possiamo dire che l’AI è un modo per replicare il cervello umano. Infatti lo dicono le parole stesse “Intelligenza” che fa parte appunto delle caratteristiche cognitive umane, e “artificiale” ovvero qualcosa creato dall’uomo e non presente in natura.

Come il cervello umano è composto da milioni di neuroni, anche l’AI è a sua volta costituita da milioni di reti neurali che acquisiscono le informazioni e man mano le elaborano come farebbe un bambino di pochi anni.  

In questo modo l’uomo può designare un sistema software ad agire e pensare umanamente e razionalmente al posto suo. Ed è proprio su questo principio che si sta plasmando il futuro e la nostra società.

Grazie alla tecnologia possiamo ottenere dei benefici molto importanti che prima non era possibile raggiungere. Grazie a Kaitiaki Safe e a Kaitiaki Edu siamo in grado di rivolgerci a migliaia di famiglie e alle scuole con l’obiettivo primario di proteggere i nostri figli da episodi di violenza online e offline.

Infatti grazie all’AI integrata:

  • Kaitiaki Safe, app contro il cyberbullismo, è in grado di riconoscere i contenuti in entrata e in uscita dai dispositivi del figlio, di capire il ruolo che ha nella conversazione e, in caso di pericolo,  inviare in tempo reale un allarme al genitore che può intervenire tempestivamente. 
  • Kaitiaki Edu, piattaforma in cloud, è in grado di rilevare il livello di rischiosità all’interno del contesto scolastico, aggregare i dati che derivano da situazioni di interazione dirette con i ragazzi ed intervenire con una serie di mini video a colmare le lacune rilevate. 

Kaitiaki è al fianco di ragazzi, genitori e scuole nella lotta contro il cyberbullismo. 

E’ attiva la campagna di equity crowdfunding, guarda il pitch e unisciti alla raccolta.  

Combattiamo assieme il cyberbullismo.

https://www.backtowork24.com/online-campaign.php?c=136-kaitiaki

[Immagine di copertina di cottonbro via Pexels]