Essere genitori di questi tempi è sempre più difficile: se un tempo il problema dei programmi televisivi poteva essere facilmente risolto, adesso, con il continuo abbassamento dell’età in cui i ragazzi ricevono uno smartphone o entrano in un social network viene richiesta una maggiore conoscenza e consapevolezza.

Nell’ultimo periodo Tik Tok è assurto alla cronaca per alcuni fatti di cronaca, tanto da costringere il social media a prendere provvedimenti importanti contro l’utilizzo di minori di 13 anni. Non solo, Tik Tok ha messo a disposizione dei genitori una apposita sezione per aiutarli nel difficile compito di monitorare l’attività online dei ragazzi. 

Come abbiamo detto a più riprese, i social non sono un gioco anche se potrebbero somigliare ad un passatempo o ad un divertimento.

Che cosa fanno gli adolescenti su Tik Tok? 

I ragazzi possono esprimere la loro creatività attraverso musica, ballo, challenge, duetti e interagire con gli altri utenti, ma c’è anche l’altro lato della medaglia: il pericolo di entrare in contatto con contenuti pericolosi, persone con secondi fini, “giochi” estremi o essere vittima di episodi di cyberbullismo. 

Che cosa dobbiamo sapere noi genitori? 

La conoscenza degli strumenti ci permette di trasmettere le regole d’uso ai nostri figli, permettendo loro di essere più consapevoli nel momento in cui si utilizzano le App. 

Tik Tok ha messo a disposizione il Centro Sicurezza vediamo le cose più importanti da sapere. 

In generale su Tik Tok: gestione dell’account e dei contenuti

Come per gli altri social è possibile scegliere la modalità privata e quindi abbiamo maggior controllo sulle persone che possono seguire l’account, inoltre è possibile scegliere di mostrare i nostri contenuti solo a loro. 

Le informazioni (nome utente, foto, biografia) che inseriamo nell’account anche se privato sono visibili all’esterno, quindi è necessario evitare di fornire troppi dettagli personali.  

È possibile limitare anche la comparsa di determinati contenuti che potrebbero non essere adatti a chiunque e controllare chi può inviarci messaggi in forma privata. 

Inoltre possiamo impostare una limitazione di tempo nell’uso dell’App che ci permette di navigare fino ad un tempo massimo di 120 minuti. 

 È possibile controllare i contenuti che postiamo e le interazioni, ovvero:

  • possiamo permettere di vedere i nostri video solo alle persone che abbiamo autorizzato a diventare nostri follower (nel caso dell’account privato)
  • possiamo impostare come privato tutto l’Account oppure solo uno o più video 
  • possiamo cancellare i commenti e cancellarli
  • possiamo decidere con chi fare i duetti (impostando le voci “tutti”, “solo amici” o “nessuno”). 

Collegamento familiare su Tik Tok: che cos’è?

Come genitori abbiamo a disposizione una funzione più specifica che ci permette di attivare il collegamento tra la nostra App e quella di nostro figlio gestendo la soglia di controllo. 

Cosa possiamo controllare con questa funzione: 

  • il tempo di utilizzo dell’App e cioè per quanto tempo tuo figlio può usare Tik Tok
  • i contenuti video che possono raggiungere il ragazzo
  • quali contenuti può cercate 
  • la modalità di visibilità dell’account, se pubblico o privato oppure se l’account di tuo figlio può essere consigliato ad altri utenti 
  • chi può vedere a chi video il ragazzo mette Mi piace e da chi può ricevere commenti sui video che pubblica. 

Una cosa molto importante è la funzione Messaggi diretti. In linea generale la funzione è attiva a partire dai 16 anni in su e quindi è inibita a quegli account che hanno dichiarato che la loro età è compresa tra i 13 e i 15 anni, ma sappiamo che è un ostacolo facile da aggirare. 

Con il Collegamento familiare il genitore può disattivare totalmente la messaggistica diretta oppure può limitare la funzione. 

Kaitiaki è al fianco di ragazzi, genitori e scuole nella lotta contro il cyberbullismo. 

Scarica la Guida gratuita al cyberbullismo per i genitori CLICCANDO QUI.

Vedi le informazioni di TikTok per genitori QUI.

[Foto in copertina di Oladimeji Ajegbile da Pexels]