Il progetto Cyberamico nasce a Torino grazie all’Associazione UDiRE e si rivolge a tutti bambini e gli adolescenti che hanno subito o subiscono violenza tramite i mezzi digitali.

Parliamo del cyberbullismo in tutte le sue forme: challenge pericolose, hate speech, revenge porn, cyberstalking, pedopornografia, etc.

L’obiettivo è quello di creare una Centrale Interforze Antiviolenza che possa supportare i ragazzi e le famiglie colpiti dalle azioni di cyberbullismo mettendo a disposizione mezzi digitali e figure professionali di sostegno.

Al progetto hanno già aderito: il Sindacato di Polizia SIULP, l’Associazione DIACTION, l’Associazione Familiarmente e l’Associazione Orizzonte Sicurezza.

L’intento è generare una ricaduta sociale positiva, così che il numero di vittime possa diminuire e che un numero sempre più alto di bambini e ragazzi possano essere al sicuro nel momento in cui navigano in rete.

Cyberamico mira a diventare uno strumento di prevenzione e di protezione contro le azioni di violenza in rete e diffuso sul territorio nazionale. 

Kaitiaki fornisce la componente tecnologica e mette al servizio del progetto Cyberamico la conoscenza e i dati rilevati dell’Intelligenza Artificiale nel tempo.

Progetto Cyberamico: maggiori informazioni e contatti

Cyberamico sarà lanciato ufficialmente nel mese di marzo 2021 e gli aggiornamenti sul progetto sono disponibili sul sito ufficiale dell’Associazione UDiRE (link) e attraverso le pagine social. 

Inoltre sarà possibile contribuire anche attraverso alla campagna di crowdfunding MyCyberAmico.

Kaitiaki e la lotta contro il cyberbullismo

Kaitiaki è al fianco di ragazzi, genitori, scuole nella lotta contro bullismo e cyberbullismo. Grazie alle tecnologie sviluppate è entrata come partner attivi nel progetto Cyberamico.

L’obiettivo di Kaitiaki è la creazione di un Ecosistema Sociale Digitale in cui i nostri figli e la loro sicurezza siano al centro. Per renderlo realtà abbiamo sviluppato due servizi che sfruttano l’Intelligenza Artificiale: Kaitiaki Safe e Kaitiaki Edu.

Le nostre azioni però non si fermano qui. 

Attraverso i canali social diffondiamo informazioni utili ai genitori e di recente abbiamo creato la Guida gratuita al cyberbullismo, che può essere scaricata qui.

Grazie alla collaborazione con MISAP nel progetto S.I.R.B e con IFOS abbiamo potuto migliorare la rilevazione dei dati, migliorando così la precisione nel calcolo del livello di rischiosità percepito negli scenari scolastici.

Oggi aggiungiamo un altro tassello alla nostra attività contro la violenza online ed offline mettendo a disposizione degli utenti che aderiscono al progetto Cyberamico le nostre conoscenze e le tecnologie digitali sviluppate.

[Foto di copertina di shelley_shang via Pixabay]