Creare un Guida che spieghi il Cyberbullismo in modo semplice ed immediato a noi adulti è stata una bella sfida, volevamo tradurre in un documento scaricabile quello che veicoliamo attraverso i nostri canali da tempo. 

Si può pensare (in maniera errata) che noi genitori ne sappiamo abbastanza, che la tecnologia non è così pericolosa come si dice, e che i social network sono totalmente innocui. 

Invece:

  • ne sappiamo abbastanza finché il digitale non cambia e sappiamo che è in costante mutamento
  • la tecnologia non è pericolosa, anzi ci è d’aiuto, ma bisogna conoscere come utilizzarla correttamente
  • i social network sono anch’essi strumenti ed è necessario conoscere le regole e le buone pratiche da osservare. 

Il digitale evolve, con lui anche i modi in cui si utilizzano gli strumenti connessi alla rete e le azioni “violente” che viaggiano al suo interno. 

Non c’è fine, ma c’è: informazione, educazione e sicurezza. 

 

Informazione ed educazione

Sono due concetti che vanno di pari passo. Infatti possiamo educare i ragazzi all’uso del digitale se prima siamo noi genitori a formarci/informarci, a passare loro i concetti corretti e dando anche l’esempio.

La Guida al Cyberbullismo rientra in questa categoria. Ti informa. 

Ha lo scopo di darti le nozioni che ti servono, in poco tempo e riassume tutti i concetti chiave che ti sono utili a capire il fenomeno e spiegarlo ai tuoi figli. 

La consapevolezza è fondamentale.

Per il ragazzo riconoscere un’azione che potrebbe sfociare in azioni di sexting, hate speech, impersonation o altre pratiche di violenza online, diventa già un modo per non diventarne vittima. 

Non è solo questo, intervenire in modo rapido se ci accorgiamo che c’è una modifica nel comportamento del figlio, un cambio di umore o altri campanelli d’allarme è altrettanto importante.  Così come lo è rassicurare il figlio ed esortarlo a parlarne con te, con un professore o con un adulto di fiducia. 

 

Sicurezza

Quando i nostri ragazzi sono online sappiamo che sono dei potenziali bersagli. Il bullo che agisce in rete, il malintenzionato che cerca di adescare minori su Internet o sui social possono raggiungere chiunque; ricordiamoci che il cyberbullismo non conosce né limiti di spazio e né limiti di tempo. 

Quando abbiamo pensato a Kaitiaki Safe, app contro il cyberbullismo, il nostro scopo principale era trovare una soluzione che potesse garantire la sicurezza ai ragazzi ogni volta che sono in rete, 24 ore su 24 e su qualsiasi dispositivo. Al contempo doveva essere d’aiuto anche al genitore e lo è grazie all’allarme in tempo reale che ti avvisa nel caso rilevi un contenuto in entrata o in uscita pericoloso. 

Per conoscere meglio il servizio clicca qui.

 

Perché scaricare la Guida al cyberbullismo ora? 

La Guida fa chiarezza sul fenomeno del Cyberbullismo, è strutturata per essere di facile e veloce lettura ed è utile per spiegare il fenomeno a tuo figlio affinché non ne sia vittima. 

Il digitale fa parte ormai della quotidianità e anche azioni normali come andare a scuola si sono spostate online (con la didattica a distanza i casi di cyberbullismo sono aumentati del 600%). 

Sapere come agire nel caso si verificasse un’azione di cyberbullismo ed interagire con i ragazzi stabilendo un dialogo costruttivo è diventato rilevante. 

Avere più informazioni significa avere un mezzo in più per riconoscere ed intervenire. 

 

Come fare per avere la Guida al cyberbullismo? 

La Guida è scaricabile gratuitamente a questo link

Kaitiaki è al fianco dei genitori e dei ragazzi nella lotta contro il cyberbullismo