Il sexting è passato dal 7% al 9%. Bussetti: “Numeri particolarmente elevati, dobbiamo fare di tutto per arginarlo.”

Nell’audizione di fronte alla Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza, il Ministro Bussetti lancia l’allarme sul sexting: ad 11 anni già si scambiano i primi selfie a sfondo sessuale. Questo fenomeno è aumentato del 29% negli ultimi anni. Il sexting riguarda oramai il 6% dei preadolescenti dagli 11 ai 13 anni – nella maggior parte ragazze – e di circa il 10% dai 14 ai 19 anni (dati Osservatorio Nazionale Adolescenza). Ormai il 33% dei fenomeni di cyberbullismo è a sfondo sessuale.

Il 21% dei ragazzi dichiara di essere stato “infastidito online”.

Bussetti ricorda anche che il bullismo nelle scuole italiane è ben più diffuso del cyberbullismo: “Nel primo caso la percentuale raggiunge il 50%, mentre nel secondo caso la percentuale scende al 30%” afferma il Ministro.

Audizione sul sito della Camera: https://www.camera.it/leg18/1132?shadow_primapagina=9395

Kaitiaki SAFE aiuta i genitori nel compito di controllo, monitorando i figli, tutelando la loro privacy ed inviando un allarme solo nel caso venga rilevata una minaccia. Approfondimenti sulla pagina kaitiaki.it/safe.

Kaitiaki EDU è lo strumento dedicato alle scuole per educare i ragazzi al riconoscimento del linguaggio e delle situazioni di bullismo e cyberbullismo, fornire una analisi dettagliata del livello di rischio dell’istituto. Approfondimenti alla pagina kaitiaki.it/scuole