Presentato il Rapporto annuale 2017 dell’Osservatorio Nazionale sull’Adolescenza, in cui si riscontra il costante abbassamento dell’accesso alle tecnologie da parte dei bambini. «I bambini, fin da piccolissimi vengono dotati di un mezzo proprio che gli viene regalato dai genitori in media a partire dai 9 anni, senza essersi prima sincerati che abbiano acquisito le competenze per conseguire la patente per navigare da soli schivando i pericoli della rete. Il problema, però, è che all’età in cui gli viene regalato lo smartphone, i bambini arrivano già “navigati” e hanno alle spalle anni e anni di utilizzo improprio per interposta persona.»

Non solo, «Il 15% degli adolescenti del campione totale, di cui il 73% sono ragazze, trascorre più di 10 ore al giorno attaccato allo smartphone; il 18% dalle 7 alle 10 ore e la maggior parte di loro è sempre femmina (70%)»

Il Rapporto rileva anche la diffusione del fenomento del sexting. «Fin dagli 11 anni di età la tendenza è quella di scattarsi selfie intimi e senza vestiti o a sfondo sessuale ed inviare le immagini o i video nelle chat; parliamo del 6% dei preadolescenti dagli 11 ai 13 anni, di cui il 70% sono ragazze, e di circa 1 adolescente su 10 dai 14 ai 19 anni. Per questa ragione è sempre più emergente il problema del cyberbullismo legato allo scambio di immagini hard o intime, infatti, il  33% degli episodi di cyberbullismo è di tipo sessuale.»

Così come quello del cosiddetto hate speech, l’utilizzo del linguaggio d’odio nelle relazioni online, «ossia tutti quei discorsi, commenti, messaggi e parole cariche di odio che vengono indirizzate gratuitamente verso altre persone, nascosti dietro uno schermo e a volte anche dall’anonimato. Gli haters sono in forte crescita anche tra gli adolescenti, parliamo di un 22% di ragazzi tra i 14 e i 19 anni, di cui il 53% è maschio, che intenzionalmente commenta in maniera negativa e aggressiva foto, video, immagini, con lo scopo di offendere l’altro.»

A contrastare questi fenomeni manca, per tutta una serie di motivazioni, il controllo dei genitori, infatti «Il 90% degli haters dichiara che i genitori non gli controllano mai il telefono.»

Leggi su http://www.adolescienza.it/osservatorio/nella-rete-della-rete-report-annuale-osservatorio-nazionale-adolescenza-2017/