Come affrontare il problema della violenza online garantendo la tutela del minore nel rispetto della sua privacy: ne parleranno un dirigente di polizia, un avvocato, un dirigente scolastico, un genitore, una startup tecnologica ed un esperto di culture digitali.

Martedì 10 ottobre a Udine, presso l’Auditorium Zanon alle 20:15 si terrà un convegno dal titolo “Cyberbullismo: tutela e privacy, un equilibrio possibile” sul tema della violenza online affrontato dalla parte dei genitori, sempre più disorientati su come affrontare questi disagi giovanili.

Secondo una ricerca risalente al 2014 (EU Kids Online), più di 11 milioni di ragazzi in Europa, dai 9 ai 16 anni, hanno subito atti di violenza on line e solo il 29% dei genitori ne è venuto a conoscenza. questo disagio giovanile è in crescita e, analogamente per il sexting e il linguaggio violento.

Ne parleremo con Alessandra Belardini, dirigente della Polizia postale e delle comunicazioni del FVG, Giancarlo Biasoni, presidente regionale del Forum delle associazioni familiari, David D’Agostini, avvocato e docente di informatica all’università di Udine, Fabrizio Macchia direttore operativo di Kaitiaki, il confronto sarà moderato da Giorgio Jannis esperto di culture digitali.

L’iniziativa è promossa da Kaitiaki Srl, dalla Rete di Ambito scolastico n. 8 ed è sostenuta dalla Banca Popolare di Cividale, istituto che ha messo al centro della proprio attività i principi della responsabilità sociale d’impresa. Corecom FVG, Comune di Udine e Forum delle associazioni familiari della regione hanno concesso il proprio patrocinio all’evento.

———————–
KAITIAKI è un ecosistema sociale digitale che utilizza l’intelligenza artificiale per combattere cyberbullismo, sexting, hate-speech, autolesionismo. KAITIAKI è formato attualmente da 2 applicazioni, Kaitiaki APP per genitori e Kaitiaki EDU per le scuole, che consentono di integrare le attività di educazione dei ragazzi e monitoraggio in tempo reale della loro attività online, senza ledere la loro privacy.

Alla fine di aprile 2017 è stata rilasciata la versione gratuita di test Kaitiaki APP ad un per permetterne il collaudo ad un ristretto gruppo di genitori; Kaitiaki EDU è già stata distribuita ad oltre un centinaio di scuole italiane per essere utilizzata nell’ambito dell’educazione contro il cyberbullismo.

KAITIAKI è start-up innovativa a vocazione sociale e si pone una ricaduta sociale nel medio-lungo periodo, che consente di rilevare dati che permettono di monitorare l’andamento di ciascun disagio giovanile, fornendo alle istituzioni una mappatura del livello di rischio del territorio e degli istituti scolastici. KAITIAKI permette inoltre di identificare nuovi disagi giovanili, non ancora rilevati in modo strutturato, che possano influire negativamente sulla salute e serenità di minori o altri soggetti deboli.